Vetro basso emissivo o selettivo, scopriamo la soluzione migliore per le tue finestre

vetro basso emissivo o selettivo, scopriamo le differenze

 

Le finestre con vetri singoli sono ormai quasi completamente sparite (e per giusti motivi), al loro posto troviamo infissi dotati di solide vetrocamere riempite di gas che, oltre ad offrire un maggior isolamento termico ed acustico, aumentano la sicurezza di tutta la casa.

Le due lastre che formano la vetrocamera non devono essere necessariamente di semplice cristallo. Optare per un vetro basso emissivo o selettivo migliorerà ulteriormente le prestazioni energetiche della tua casa, riducendone i consumi e permettendoti di accedere agli attuali ecobonus 2019.

Ma qual è la soluzione migliore, il vetro basso emissivo o quello selettivo?

Vetro basso emissivo

Il vetro basso emissivo non è altro che un normale cristallo float (come la maggior parte del vetro prodotto a livello mondiale) a cui vengono aggiunti diversi strati che impediscono il passaggio del calore.

Montare un vetro basso emissivo significa godere appieno della luce solare in ingresso nella casa, riducendo allo stesso tempo il calore in uscita. Questo è reso possibile dallo strato d’argento che che contiene le dispersioni di temperatura verso l’esterno.

Come capire se le nostre vetrocamere dispongono di vetri trattati

È capitato che alcuni nostri clienti non avessero idea se, nelle loro finestre, fossero stati montati vetri basso emissivi. Quando si montano dei nuovi infissi, specialmente se si scelgono modelli di ultima generazione con telaio in PVC, si è portati a credere che questi dispongano già delle migliori caratteristiche isolanti, quali un riempimento con gas argon e vetri trattati. In realtà, spesso non sono presenti né uno né l’altro.

Per capire se nella vostra finestra sono stati montati dei vetri basso emissivi, sarà sufficiente avvicinare ad essa una fiamma (anche un semplice accendino sarà sufficiente). Se i riflessi della fiamma sono dello stesso colore, significa che la vetrocamera è composta da normalissimi vetri. Se i riflessi presentano diverse sfumature di rosso, allora i cristalli della finestra sono stati trattati per ridurre la dispersione di calore.

Sulla destra possiamo vedere una fiamma riflessa da un vetro basso emissivo.

Per scoprire se nella vetrocamera è stato inserito il gas argon, invece, sono necessari strumenti particolari. In caso siate in dubbio, vi ricordiamo che potete sempre contattare lo staff di Giannotti Infissi di Pesaro. Controlleremo per voi le vostre finestre e vi forniremo un resoconto dettagliato delle loro caratteristiche.

Vetri selettivi

I vetri selettivi presentano caratteristiche molto simili a quelli basso emissivi, tuttavia, invece che impedire la fuga del calore, questi particolari cristalli ne ostacolano l’ingresso.

I vetri selettivi sono preferibili nelle zone calde, così da isolare la vostra casa dal calore esterno, mentre consigliamo i vetri basso emissivi nel caso abitiate nelle zone fredde.

Per maggiori informazioni in merito ai diversi trattamenti applicabili alla vetrocamera, non esitate a contattarci.

https://giannotticlaudio.it/contatti/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *