Ristrutturare casa, la documentazione necessaria

ristrutturare casa

Ristrutturare casa, la documentazione necessaria

Quando si decide di affrontare una ristrutturazione edile, è fondamentale pianificare ogni singolo passaggio della tabella di marcia con la massima scrupolosità. E’ questo riguarda anche e soprattutto la compilazione delle varie pratiche burocratiche.

Ma quali documenti è necessario compilare per affrontare una ristrutturazione?

Se il lavoro da eseguire è di piccola entità, la risposta è molto semplice: nessuno.

Interventi come riverniciature delle stanze o semplici manutenzioni degli impianti possono essere eseguiti senza nessuna richiesta di permessi, ma per interventi di natura più complessa sarà bene fare un veloce salto in comune.

La riforma in materia di ristrutturazioni edilizie entrata in vigore l’11 dicembre del 2016 ha semplificato di molto la procedura burocratica necessaria per iniziare opere di ristrutturazione complesse, ora le documentazioni necessarie sono:

  • La Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA)
  • La Comunicazione di Inizio Lavori Asseverata (CILA)
  • Il Permesso di Costruire

 

Ristrutturare casa, segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA)

La SCIA edilizia è un documento che può essere richiesto dopo l’intervento di un professionista che certifichi la bontà dei lavori.

Una volta depositata la segnalazione di inizio attività i lavori possono iniziare immediatamente, tenendo però sempre conto che il comune può riservarsi il diritto di bloccare le operazioni entro 30 giorni qualora si rilevino non conformità tecniche o giuridiche.

La SCIA è necessaria per i seguenti interventi di ristrutturazione:

  • Manutenzione straordinaria, restauro o risanamento riguardanti le parti strutturali dell’edificio,
  • Ristrutturazione edilizia,
  • Varianti in corso di costruzione che non incidono sui parametri urbanistici e sulle volumetrie, non modificano la destinazione d’uso e la categoria edilizia così come non alterano la sagoma degli edifici vincolati.

 

Ristrutturare casa, la Comunicazione di Inizio Lavori Asseverata (CILA)

La CILA edilizia richiede la certificazione di un professionista tecnico. Anche in questo caso i lavori possono iniziare subito dopo aver ottenuto la certificazione e non sono previsti oneri da versare in comune.

La CILA è richiesta negli interventi inerenti un’attività edilizia libera, o, più nel dettaglio:

  • Nel caso di manutenzione straordinaria non riguardanti le parti strutturali dell’edificio,
  • Per dare il via ad un restauro o un risanamento conservativo, sempre se non riguardanti le parti strutturali dell’edificio,
  • Nell’ambio di destinazione d’uso senza opere di immobili adibiti a esercizio d’impresa.

 

Ristrutturare casa, il permesso di costruire

La richiesta del permesso di costruire deve essere inoltrata in comune nel caso si intenda dare inizio ad opere di grande entità tra cui:

  • nuove costruzioni
  • ampliamenti
  • ristrutturazione urbanistica
  • modifiche dei prospetti
  • mutamenti della destinazione d’uso di immobili compresi nei centri storici
  • modifiche della sagoma di immobili vincolati.

 

Se avete dubbi, noi di Giannotti Infissi siamo sempre disponibili ad ascoltarti e a consigliarti sulla corretta metodologia inerente le procedure di richiesta permessi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *