Giannotti consiglia: Come riparare i graffi su finestre e altre superfici in vetro

I graffi a finestre, finestrini della macchina o allo specchio di casa sono spiacevoli inconvenienti che prima o poi capitano a chiunque. Prima di pensare a sostituire la parte danneggiata, noi di Giannotti vi consigliamo qualche semplice procedura per provvedere da soli al problema.

Come riparare i graffi sulle finestre e altre superfici in vetro, danni lievi

 

Se il danno è di leggerà entità potrebbe essere sufficiente applicare una piccola quantità di dentifricio sbiancante da rimuovere strofinando con un panno morbido. Se dopo di ciò il danno fosse ancora visibile, allora il consiglio e di aumentare progressivamente la quantità della sostanza, rimuovendo i rimasugli con attenzione tra un’applicazione e l’altra così che non si formino aloni.

Se questo ancora non dovesse essere sufficiente si può passare alla pasta lucidante per diamanti, da utilizzare in combinazione alla pelle di daino. Questa procedura garantisce sicuramente risultati migliori, ma bisogna ricordarsi di ripulire il tutto con ammoniaca diluita in una grande quantità d’acqua.

 

Come riparare i graffi sulle finestre e altre superfici in vetro, danni ben più profondi

 

Nel caso il danno ancora non si sia rimarginato o sia non di lieve entità, si può pensare a procedere con soluzioni più drastiche, ognuna delle quali va applicata con la massima cautela in quanto può anche peggiorare il danno già presente.

Il polish lucidante per vetri, se utilizzato con la massima cautela può rimarginare danni piuttosto seri, ma se utilizzato da mani inesperte e con noncuranza, può rendere del tutto irrecuperabile la superficie danneggiata, stesso discorso per la pasta di diamante.

Infine, come ultimo passo prima di affidarsi definitivamente ad un vetraio professionista, abbiamo il kit di riparazione vetro. Acquistabile in ferramenta, il prodotto deve essere applicato sul danno e poi rimosso delicatamente con un trapano dotato di disco in feltro, azionato esclusivamente a bassa velocità. Dopo di che bisogna asciugare il tutto con acqua calda e con un panno morbido.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *